Oltre a Marchisio, chi sono gli svincolati più interessanti sulla piazza?

Fonte: www.calciomercato.com “Lettere a un procuratore”
Caro Procuratore,

il calciomercato, quello vero, è finito tra luci (Lukaku all’Inter, Ribery alla Fiorentina nonostante i suoi 36 anni) e ombre (la querelle Icardi, il mercato della Juve in uscita, le romane ancora poco competitive) e, quindi, a noi grandi appassionati del calciomercato e dintorni non resta che seguire le vicende legate agli svincolati, di lusso e non.

Chiedo, pertanto, quanto segue: fino a quando gli svincolati potranno essere ingaggiati da una società di Serie A? Il lavoro dei procuratori dopo la chiusura di una finestra di mercato come si articola? Si lavora già per la finestra di gennaio o è ancora presto?

Grazie per l’attenzione. Mimmo di Catania

Gentile Mimmo,

rispondo alle tue tre domande:

1) gli svincolati potranno essere tesserati entro il 31 marzo 2020. Ecco tre nomi degli svincolati più appetibili: Claudio Marchisio (vicino al Monaco),  Ignazio Abate, Jonathan Biabiany, Fredy Guarin, ma la lista è davvero lunga e il rischio è quello di far torto a tanti! Va evidenziato che gli svincolati in attesa di nuova collocazione non sono solo atleti over 30; tra gli under 30 acquisti consigliabili, tra gli italiani, sono Lorenzo Crisetig (26) e Andrea Bertolacci (28); tra gli stranieri l’eterna promessa Lazar Markovic (25)!

2) chiusa la finestra di mercato (ore 22 del 2 settembre), il lavoro degli agenti non è certamente finito. Oltre all’impegno di piazzare i calciatori ancora senza squadra, occorre seguire i calciatori che la squadra ce l’hanno! Numerose saranno le attenzioni da riservare ai propri assistiti in considerazione del fatto che i campionati sono già iniziati e che i calciatori sono clienti particolarmente esigenti. Ricordiamo che l’attività degli agenti è diretta anche alla ricerca di nuovi assistiti da scovare nei settori giovanili e/o nei campionati esteri.

3) si lavora già in vista della sessione di gennaio perché spesso rimangono sul tavolo degli addetti ai lavori bozze di trattative non concluse entro la chiusura del mercato estivo; l’appuntamento è quasi già fissato per gennaio! Occorre anche monitorare l’andamento delle partite di campionato: l’agente deve intuire, prima di tutti, se una società possa avere o meno l’esigenza di rafforzare un reparto, di sostituire un calciatore infortunatosi, di correre ai ripari quando i risultati sperati stentino ad arrivare.

Il calciomercato, in sintesi, non dorme mai!