Vuoi lavorare nel calcio? Ecco cosa devi sapere…

Ogni giorno ricevo tantissime email di persone che vorrebbero lavorare nel calcio come osservatori, procuratori, allenatori, mental coach, ma anche come responsabili marketing, comunicazione, ecc.

Mi mandano i loro cv con tanto di corsi, master, abilitazioni. Il calcio è una grande azienda a cielo aperto che può offrire migliaia di posti di lavoro a tutti. Ma….

Ma, se vuoi lavorare nel calcio, devi sapere che non sarà facile entrare in questo mondo.

Ho stilato un elenco di 10 punti semplicissimi che devi tener presente se davvero volessi varcare la soglia di quella grande e affascinante azienda che prende il nome di CALCIO:

  1. Non serve a nulla inviare il cv alle società di calcio. Non ti risponderanno. Presentati di persona. Martella i segretari per ottenere un appuntamento.
  2. Devi crearti direttamente dei CONTATTI vivendo il mondo del calcio e non subendolo passivamente davanti alla televisione. Esci di casa e vai sui campi a cercarti le occasioni di lavoro.
  3. Se ti chiedono soldi per lavorare (lo sponsor) non accettare. Diventerai un burattino nelle mani di persone senza etica alcuna.
  4. Senza la conoscenza delle lingue straniere non puoi aspirare a posizioni di vertice.
  5. Non stringere con nessuno accordi a voce, strette di mano, pacche sulle spalle. Pretendi un contratto scritto.
  6. Segui un maestro che ti possa far fare carriera. Es. se sei un osservatore delle squadre avversarie per un allenatore di serie D segui il Mister nella sua carriera. Potrebbe portarti con lui fino alla serie A. Ma scegli bene il maestro, ovviamente!
  7. Non farti condizionare dai soliti luoghi comuni, tipo che ce la fanno solo i figli di papà. Sono scusanti per te che non riesci a farcela.
  8. Non dare corda agli abusivi, cioè a tutti coloro che ostentano titoli e successi mai ottenuti. Evitali.
  9. Se hai l’occasione di lavorare per una società di calcio, controlla lo “stato di salute” della società stessa.
  10. Non denigrare i tuoi colleghi. E’ troppo facile dire che tutto il calcio è malato e che è popolato da persone senza scrupoli. Ci sono, come in tutti gli ambienti di lavoro, anche le persone virtuose. La cosa più difficile è saperle individuare!

Jean-Christophe Cataliotti

E se vuoi STUDIARE CON NOI, ecco i PROSSIMI EVENTI: