Mi hanno chiesto 10 mila euro per svincolare mio figlio: questo è il vero scandalo, mica quello del procuratore! Genitori svegliatevi, per voi un WORKSHOP GRATUITO!

Gentile Procuratore,

mi sono imbattuto ieri nella lettera di un papà che denunciava un fantomatico procuratore che gli avrebbe chiesto 50 mila euro per portare il figlio a fargli fare un provino in serie A. E allora mi sono permesso di scriverle sperando che la mia lettera venga pubblicata sul suo sito che seguo da anni con vivo interesse. Il mio intento è quello di porre all’attenzione di tutti un altro problema:  quello della richiesta di SOLDI da parte delle società quando un genitore si “permette” di chiedere lo svincolo del proprio figlio. Mi hanno chiesto 1o mila euro per svincolare mio figlio in questa sessione di mercato, ma io non ho minimamente intenzione di pagare alcunché perché penso che se un calciatore non si trova bene in una società debba avere il sacrosanto diritto di andarsene quando meglio crede visto che non stiamo parlando ancora di un calciatore professionista legato da un contratto. E’ vero che mio figlio è un giovane dilettante con tesseramento pluriennale (fino a 25 anni), ma non può essere bloccato in questa maniera o addirittura essere RICATTATO (“se paghi ti svincoliamo”). Resto anonimo perché non voglio che mio figlio venga a conoscenza di questo mio sfogo.

Gentile Papà Anonimo,

ci sono varie possibilità per svincolarsi da una società di calcio dilettantistica, ma è certamente da evitare quella che lei giustamente denuncia. Non si deve pagare nulla per ottenere uno svincolo!

Le Norme Organizzative della FIGC elencano tutti i casi in cui è possibile ottenere uno svincolo senza dover pagare nessuna somma di denaro (es. svincolo per cambio di residenza, svincolo per accordo, svincolo per inattività del calciatore, ecc.). Lei ha cercato di chiedere lo SVINCOLO PER RINUNCIA DA PARTE DELLA SOCIETA’, ma quest’ultima vi ha chiesto di pagare tale “concessione”. E’ un fenomeno, anche questo, da debellare con forza e con coraggio. E c’è solo una strada per farlo: DENUNCIARE!

Avv. JC Cataliotti

Se volete denunciare qualche episodio simile scrivete a avvcataliotti@libero.it (con autorizzazione alla pubblicazione della lettera su questo sito).

p.s. La nostra scuola di formazione (www.footballworkshop.it) è da sempre interessata a formare persone che credano nei principi della correttezza, della lealtà e della trasparenza. E’ una strada difficile quella che abbiamo intrapreso, ma pensiamo che nel calcio occorra lavorare sempre più con maggiore professionalità!

Di seguito le nostre PROPOSTE FORMATIVE compreso un WORKSHOP GRATUITO PER GENITORI DI GIOVANI CALCIATORI (clicca sotto sul CORSO che ti interessa; riceverai tutte le INFO e potrai anche iscriverti compilando il relativo modulo di iscrizione):