Kondogbia: è colpa sua o dell’Inter?

Da “Lettere a un procuratore”. Fonte: www.calciomercato.com
Gentile Procuratore,
sono un interista di 30 anni con tanta voglia di rivedere un’Inter competitiva. E finalmente anche ottimista appena ho letto la notizia che Geoffrey Kondogbia potrebbe lasciare l’Inter. Era stato annunciato come un top player e, invece, si è rivelato uno dei più grossi flop della recente storia interista insieme, non dimentichiamolo, al “fenomeno” brasiliano Gabigol. Ora, complice il clamoroso autogol dell’ultima partita di Kondogbia (roba da paperissima!), sembra che il francese verrà venduto all’estero per diversi milioni di euro che, tuttavia, non andranno neppure a pareggiare l’investimento che era stato fatto per comprare questo grande “campione”.
Ora, non ce l’ho con l’Inter. E’ solo un esempio, ma vale per tutte le squadre. Ecco la mia domanda: perchè nelle grandi aziende chi sbaglia gli investimenti viene fatto fuori, mentre nel calcio chi non ne azzecca una rimane saldo al comando della nave? E i procuratori che percentuale di demeriti hanno nelle operazioni di mercato? Io sono un agente di commercio: se vendo prodotti difettosi perdo il cliente e chi gli ha acquistati da me perde il posto di lavoro…Non so se sono stato chiaro?! Federico ’89

Caro Federico,
non è l’unica lettera che abbiamo ricevuto sul tema
. Rispondo brevemente a questa lettera per lasciare spazio ai commenti dei nostri utenti.
A mio avviso, quando un calciatore non riesce a esprimere il suo potenziale al 100%, le responsabilità non vanno ogni volta imputate solo agli operatori di mercato (dirigenti e agenti), ma anche al calciatore stesso reo di non essere riuscito a imporre la sua personalità nel centrocampo dell’Inter così come aveva invece fatto nel campionato francese. Per quanto riguarda poi la sfortunata autorete, è forse più importante che prima e dopo l’errore il calciatore francese sia ancora una volta sparito dal campo.

E ora passo la palla a voi cari utenti di calciomercato.com: è giusto che Kondogbia lasci l’Inter oppure pensate che quelle lacune caratteriali che il calciatore ha evidenziato negli ultimi due anni di Inter possano essere sanate da Mister Spalletti?

Per scrivere all’avvocato Cataliotti utilizza lo spazio dedicato ai commenti, oppure vai su www.footballworkshop.it